Poesia

Raro bagliore

Risvegli d’una tarda manera a seguire,

ad ogni dovere ne mostra aihmè spalle…

Che ognuno cuor suo, non ne vuole sentire.

Ciascun luogo pare consegnare esso parola,

ma di coscienza, resta muta risposta.

Se d’un raro bagliore fosse colto tempo,

nessun ombra durerebbe estate.

Opposte sembran azioni di ragion confuse,

da qualche parte inseguir d’istinti ne pena….

Spenti peró, i fari d’emozioni profonde.

Allorché tutto d’incompiuto sta…

Mentre nel viver di suo ricordo l’amore grida.

Seppur Non desta abbandono tal necessità.

Un mondo che d’altro desidera musa,

al calare di sole, solitudine rimembra pianti.

Nel petto una canzone si fa insistente,

al suon d’un ritmo da sempre esistente.

In mano senza d’altri si vuol offrire,

abbracciamo la pace per non più soffrire.

Occhio che sale in mirata ricerca cornice,

da un angolo di sè saprà essere felice .

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.