Poesia

Sorriso cieco

Ancor non ti conosce vera ragione degno,

d’ogni colta occasione di cieco sorriso .

Con spontanea natura si dipinge viso,

d’un tratto furtivi fa sorpresa ingresso.

Nel trattenere sua festa ne dai pace…

Poiché non colpa sentimento presenziare.

All’attimo suo d’esprimere momento,

non sia vergogna o paura in tal nome mai…

Che del troppo soccombere, anima paga.

Improvviso di sè, avvolgente armonia entro,

persin l’aria di beneficio esulta purezza.

Talvolta, nel vuoto, farà presto dar di colore.

Nessuno dal mancato, ne pote vissuto pieno,

di solida energia suo proprio vivere nutre…

E con brivido attraversa d’in noi legame,

che d’eccesso bisogno,valore suo ne pecca.

Lamento in sequio dono, d’assente tributo…

ricorda che il mondo di cuor va conosciuto.

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.