Poesia

Leggera e coperta

Leggera e coperta s’apre ancor sera d’in spalle,

cui nessun titolo sapora in guadagno quotidiano…

Margini sol di pelle in esplosivo al contatto.

Tollerare che vien poco date perse ragioni,

poi luci di speranza tutt’al più in vivo vitro…

Al solo credere fatto si va ritto perfin pelo.

Un confuso contrario par real lo svolgere,

continui di contrastato scuote così poi li cori…

Al parolare però non muove ahimè suo passo.

Eppure d’un lieto si fa augurio canto di vita,

giacché nel combattente d’ognuno evince verità…

Colline di catene al cadere par vista paura in fato.

Del senso vuol anche scritto continuo il domani,

trasudate in tali anime d’ombrate masse…

Sicchè del nesso si va lontano di nuovo l’asse.

Petto che di batter non teme alcun pena,

vola del suo esistere e di cura non si frena…

Cosicché dal puro amato prenda e nullo tema.

Potrebbe piacerti...

1 commento

  1. Thanks for the post!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *