Poesia

Realtà cruda vista

Fonte d’eterno colore vocifera sè l’amore,

calda, di tal preziosa presenza,

si tinge atmosfera in special cornice.

Che d’ogni vista realtà cruda estingue…

Aquilina veduta del mancato insieme udir,

sporge di alta collina un cenno timido…

A segno in mira ne coglie cuori accorta.

Beneficio nostro, il dolce viver in agio,

se d’una qualità e virtù non conti prezzo.

Giacché del superficiale costruire,

crollo di forma, rimembra struttura prior di fondo.

Allorché ciascuna dote in concessione,

segreto non chiede altro se non tua maniera.

Unicato d’agito in luogo comune sentito,

sinchè di pacifica diffusione impegno

ne sia natura l’emozione, al principio trono.

Al voler peccare di colmo sacco,

disperso un bene in nascito orgoglio cieco…

Che d’ogni lato sbatte in angolo,

ed al petto in curva ne piange d’infinito sole.

Se poi d’inverno scelto vissuto e dare,

Orecchio assenta in tua lacrima al mare.

Perduto in ombra a goffa perla e materia,

al tardo in coscienza, l’aria severa.

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.