Poesia

Speciale invisibile restare

Al destino nulla siede una superiore legge,

del crederci o meno neppure razionalità osa espresso…

Comunque di transparente maniere si fan sentire certe presenze d’un filato legame

Che d’occhio chiuso aperta vista dentro stesso mira,

Laddove in soave tatto sotto pelle solletica mistero…

Allora di negarsi un’aria essenziale si trista ferita.

Eppure se ne van tutti cercando l’incognita marveglia,

alcunché pone regola né limite vige d’esser creato…

Sicché d’un necessario momento, si lascian fiduciosi peró ugualmente intime emozioni al riservato infinito.

Ciascun di citarne esempio racconta d’un insieme,

ma un’opposta ammissione cola d’intralcio al felice…

D’un mondo caduto piano ahimé al rovescio,

dove per un male accettato scorda del bene traccia e, superficiale divenuta cosi scontata d’esistere pratica.

Come un vestir costume si mente sguardo in cuor,

poi d’ogni giustifica si tenta un fosse stato ma…

di chinata testa par convinta cieca cercar li le stelle,

giacché di prigioni un speciale invisibile restare finisce perduto un’inconsiderata visione.

D’infatti soleggiano ombre mentre nuvola piove raggi,

ma nessun velo corre sceso anzi preziosi passaggi…

Che la vita si fa tarda l’ora questa se non si va saggi.

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.