Poesia

Di reazioni l’ora

Grigie nuvole di sangue sorvolano cieli altrove

spalle sulle quali viene giocata ogni libertà

apparenti diritti sciolti strappati in mano d‘armi

Che la sola spada mai d‘altro vitte che pena

ed inermi cuori di sguardi incapaci tale scena

in spavento d‘una illogica natura ancor lecita

Ne chiama di reazioni l’ora mai tardo sia

nessun sparo si faccia portavoce più di noi

unione d‘emozioni incolla sé paura parer

eppur risoluzione nesso amor essenza spande

unica sua vittoria di forza ne misura gesta

difficili sguardi appesi in profondi sentieri

giungono d‘eco scosse fra mente e petto

saper di cosí poco filo ne separa abitudini

confusi d‘una meccanica tecnica mistero

tolta ogni barriera ne lascia controversa muri

trasparenti le pareti a correrci intorno prigione

e di fiato strattoni di maniera oppressa fiducia

ma se d‘un solo dí l‘amato in grido sente voce

lascerebbe in scia segreto via d‘una riuscita

Sarà un giorno di milizia ahimè punita

pian piano poi da qui s‘espande novella vita

sentimento a ponte d‘ogni vittoria nessun cada

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.