Poesia

In dono segreto

D’ogni quale natura si compagna corpo a dote,

trasparente in aria, suo compiuto registra…

Sicchè, nel nesso del suo messia, ne viaggia già luce,

infinito il tempo e spazio carezza, delicata e fragile.

Timor di cotale rarità non pena più ormai,

né siede di priore, neppure conta premio…

Prezioso indentro petto, nasconde dimora.

Dei venti in fermo peso ne rinaque sole.

Al poterne un tale servigio non si scommette…

Cura in dono segreto, d‘allieva sta.

In guida vista, seppur d‘ombra narrata,

proclama silente suoi ingressi.

Di pregiato un nulla mani sovvien il tutto…

Tenuta di redini non se ne fa quadro.

Una tonda radice, seder di tavola, occhi…

Che d‘ogni buio angolo, in braccio stringe,

ma del suo solo stare, amor ne grida forza.

D’una promessa essenza or fa speranza…

Del bene in noi nato, si chiede presenza.

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.