Poesia

Carezza tu

Di un volto che sia gettato fra la frenesia

ciascun nella vaglia il proprio pensar, l’essere

ognuno col suo intimo calendario, la propria mano

sbalzati tra i ritmi ormai risaputi, ormai dovuti

Voluto apparir di lucente e vincente non dona

ahimè la partita può risultare deludente

non darti per perdente, non ti segnare assente

pretesi in assenza dell’accettazione si fa il sociale contesto

gloria se ne assume business solo

ingordigia dal viso cortesia

Sicchè di poca gioia questo colma e maschera posa, paure in essa

e dove diamo, chi siamo..

menti che ormai viaggiano leste ogni dunque

d’ogni genere sia fantasia concessa e contemplata

si arriva lontano di spirito e testa

è questa noi gente dal cuore attento la vera festa

della propria crociera che ti riporterai

se nascosti sí pianti dietro e contenti si è mai

del tutto compiuto un gesto non opera espressione

poiché nel girare atmosfera non arresta

quel che di ora sei non ne fa il domani

adatti a flettersi e adeguarsi ti rende virtù

al parer deciso o solo di riflesso

le onde della vita tocca cavalcarle lo stesso

la sera al buio ti chiedi ch’è mancato

carezza tua timida sí fa voce piano

e d’abbraccio in te ne scovi segreto

che al mondo d’amarsi non sia sazio al compiuto

esenti non siano di sola colpa e deciso

dal lungo percorso di vissuto che attende

con occhio profondo dal potere ambito

amati una volta, non sarai mai pentito

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.