Poesia

Dolce appiglio

Spalancata finestra di un vento deciso

aria prepotente d’ingresso ad ingannare i perché

Sguardo non ti nebbia sole a nuvola che appresta

frustata presente non ti goccia sangue

le tue pene lacrimare già fu

che del nuovo sasso regola non sta né pianto

forza si vuole il tuo sorriso vivo ed acceso

al parallelo vita non arrende via neppure viaggio

né ferma la tua strada si propone ancor

Delle onde di un mare in sua natura bella

piaceri a sella di ali in tocco d‘oro

protezione ne sia del compiuto attiva fianco

che per sfumato d‘amar conosce

E l‘amor si dona passi

dai colori nei tuoi occhi ben impressi

sia di un nuovo fior di bosco in veduta luce

ed in assenza tua musica ritmo non suona

Eppur melodia a gran richiesta in equilibrio d‘asta

finito lo girar non poté di fuggito ora

poiché nel vero domicilia ciò che in esso ne manca

e di ricerca nessun esplicito cammino

certe cose van lasciate al loro destino

un dolce appiglio vedrai si poserá a te vicino

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.