Poesia

PACE

Poggiata su spalle rosate in coro 

Petali di un cuore troppo ferito d’io 

Nel credere di un vero essere fu spenta 

Ma nelle mani sudate di degno incanto reso 

Sia sfamato il destino nostro 

Che di perduto non vuol sapere 

In ogni goccia si posa e sposa 

Una riga d’amor faticato 

Nel suo fatato messia 

Chiede musica vita e poesia 

Tremante la voce non osa 

Il dir comando gli deve 

Resi burattini di un servizio non dovuto 

Da chi per noi il ben non volle 

Ma nuvola or canta con noi 

Del tempo che di maturato sí suona 

E gloria sia nei battiti di occhi riaccesi 

Nessun dorma a cotanta impresa 

Finchè PACE CI SIA RESA!!

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.