Poesia

Intanto d’incanto

Bisbiglio in cori attorno montan l’onda a passo ora,

d’improvviso delle solitudini si fa voce unione…

Come fosse d’ascolto di quel vuoto l’esistere colmo.

Ancor ti muove l’emozione d’incredulo spettacolo,

che dei giri d’infinito ormai si é casa pian piano…

Ove un possibile inizio bagna luce d’amor il raggio.

Cosi dei tuoi occhi d’eterno poggiar in mondo,

di timide immagini trova ormai fermo valor il dipinto…

Ai colori d’invana attesa par resa l’essenza d’essere.

Intanto d’incanto si fan sfondo di spalle altre scale,

allorché un cresciuto pezzo di te da pregio incontro…

Marveglia di luna che si cura d’ogni sole l’immenso.

Del magico par di vero tener gentil tocco,

seppur lezione si fa segreta ricetta il benvenuto…

Quasi d’invisibile volto sembra destino l’apprendere.

Siccome segnato si trova lo spazio d’ella presenza,

nemmeno si cura d’un chino urlato merito…

Giacché d’ognuno in nebbiata dote ancor vive il farsi.

Allora si prova nel sempre di muover tal forza,

ciascun di sua dovuta manera può far sostanza…

Fino al giorno di pace dentro ogni stanza.

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.